Skip to Content

archive

Monthly ArchivesMonthly Archives: gennaio 2009

post

ROMA – Teatro QUIRINO

NATALE IN CASA CUPIELLO

di Eduardo

cupielloPoetica interpretazione di Carlo Giuffrè“Natale in casa Cupiello” è un’opera di purissima poesia, resa ancora più alta e ispirata dal magistero interpretativo e dalla regia di Carlo Giuffrè.Luca Cupiello è un uomo ormai alle soglie di quella età in cui tutte le scelte della vita sono già fatte e null’altro resta se non attendere eventi tanto temuti quanto ineluttabili. Eppure è rimasto un fanciullo legato alla poesia del Presepe, del profumo del muschio, della discesa dei Re Magi, della divina semplicità dei Pastori. Da questa irrisa solitudine cercano di non distrarlo la moglie e i figli, che convinti di conoscere la vita e le sue regole procedono con ossessione a tenerlo all’oscuro di tutto quanto accade nella famiglia e ai figli. Read more »
Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook
post

Roma – Teatro GHIONE

In memoria di Ileana Ghione

ileanaAl Maestro Axworthy.
Ho avuto il piacere di assistere ieri sera al melologo quale spettatore di una delle Serate d’Amore per la immortale Ileana.
La stupefacente voce recitante della signora Vukotic ha trasmesso emozioni di rara intensità e bellezza. Una voce limpida, mai offuscata da segni di stanchezza, pura nella dizione perfetta, aderente nella intensità espressiva al testo nei momenti idilliaci delle descrizioni del paesaggio o in quelli più sofferti della descrizione degli stati d’animo o nella ripresa dei dialoghi. Voce e recitazione hanno dato prova di un magistero interpretativo memorabile e consegnato a noi spettatori un gaudio commosso nel ricordo di quell’altro altissimo magistero che fu Ileana.
Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook
post

ROMA – Teatro QUIRINO

IL SINDACO DEL RIONE SANITA’

di Eduardo

sindacoAl Maestro Carlo Giuffrè.Poche sere fa al Quirino, ho avuto il privilegio e la Fortuna di poterla rivedere su quello storico palcoscenico dove 47 anni fa il Sindaco vide la luce. Ero allora presente, lo sono stato ora, provando tuttavia emozioni e sensi di trasalimento non provati allora e solo di rado provati successivamente. Alcune furono la lacerata umanità del suo Giovanni in la Fortuna con la Effe Maiuscola e il suo sognante Luca Cupiello in Natale in casa CupielloCon queste poche riga vorrei esprimerle la mia umilissima, irrilevante e del tutto anonima riconoscenza per tanta dovizia di emozioni. La sua arte di interprete e di regista, in una felice commistione di immedesimazione e di creatività, hanno raggiunto vertici cui solo pochi possono accedere per occupare un posto, che la letteratura teatrale assegna solo a pochissimi suoi predecessori.

Read more »

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook
post

ROMA – Teatro ITALIA

Vestire gli ignudi


di Luigi Pirandello

Struggente e ispirata interpretazione di Vanessa Gravina

gravinaTutto il teatro di Pirandello si snoda lungo i paradigmi irrisolti dei rapporti tra realtà e finzione teatrale, personaggi e autore, verità e follia, soggettività e oggettività, sostanza e apparenza. In Vestire gli ignudi tali paradigmi si arricchiscono di un altro epigono: l’essere, il voler essere, il non essere. Paradigmi che lungi dal solo prestarsi a soggetto di un evento teatrale appartengono e coinvolgono in una compromissione totale l’essere umano e il suo evolversi. Coerente con tale visione il regista Walter Mafré nella edizione di Vestire gli ignudi in scena al Teatro Italia, annulla ogni sipario quale diaframma divisorio tra realtà e finzione, trasforma la platea in una sorta di entrata in palcoscenico, attraversando la quale la protagonista Ersilia Drei (Vanessa Gravina), raccolto i brandelli di umanità diffusa nella platea se ne fa carico e sale sul palcoscenico a darne vita e ispirazione poetica.

Read more »

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook