BREVE PROMEMORIA 

Pur essendo eletti per paese, i deputati al Parlamento europeo (PE) sono aggregati in Gruppi politici basati su piattaforme, identità, programmi condivisi.

Le regole del Parlamento richiedono che ciascun gruppo abbia almeno 25 membri e rappresentino almeno un quarto degli Stati membri dell’UE. I partiti politici negli Stati membri generalmente confermano all’inizio delle elezioni la loro appartenenza a un gruppo già esistente, o la loro intenzione di formarne uno nuovo o di aderirvi.

L’attuale Parlamento comprende 8+1 gruppi.

PROMEMORIA ELEZIONI EUROPEE 2019

In Italia ci sono 5 Circoscrizioni elettorali, di dimensione sovra-regionale, per eleggere 73 dei 751 europarlamentari che costituiscono il PE. Un candidato può presentarsi in più Circoscrizioni. Gli elettori dovranno scegliere tra i candidati presenti nelle liste della propria circoscrizione di residenza:

  1. Nord Occidentale numero seggi spettanti 15

  2. Nord Orientale numero seggi spettanti 15
  3. Centrale numero seggi spettanti 15
  4. Meridionale numero seggi spettanti 15
  5. Insulare numero seggi spettanti 13

La soglia di sbarramento per l’elezione è il 4% a livello nazionale.

Tutti i paesi membri dovranno adottare il sistema elettorale proporzionale. In Italia è previsto il voto di preferenza, che consente di indicare nell’ambito della medesima lista, da 1 a 3 preferenze. Determinato il numero dei seggi spettanti alla lista in ciascuna Circoscrizione, saranno proclamati eletti i candidati con il maggior numero di preferenze.

Ogni eletto dovrà iscriversi a un gruppo presente all’interno del PE. I 751 eurodeputati durante la loro prima riunione plenaria dovranno eleggere a maggioranza assoluta (376 parlamentari) il presidente della Commissione Europea. I candidati alla presidenza della CE, sono stati già individuati da 6 degli 8 gruppi presenti.

CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE

1 – Partito Popolare Europeo (PPE) – Candidato Manfred Weber, 46 anni.

2 – Socialismo e Democrazia (S&D): Frans Timmermans, 58 anni

3 – Alleanza dei Conservatori e dei riformisti europei (ECR): Jan Zahradil, ceco di 56 anni.

4 – Verdi: Ska Keller e Bas Eickhout, due candidati.

Bas Eickhout, 43 anni, è membro uscente della Commissione

5 – Alleanza dei liberali e dei democratici per l’Europa (Alde), 7 candidati, tra cui

  • Emma Bonino + Europa 71 anni.

6 – Partito della Sinistra Europea (GUE): Nico Cué , 63 anni

7 – Europa della libertà e della democrazia diretta (Efdd) – ancora nessun candidato

8 – Europa delle nazioni e delle libertà (Enf) – ancora nessun candidato

Le aggregazioni italiane annunciate sono:

Lega (EFDD-ENF)

PD (PSE),

FI, Popolo della Famiglia Popolari per l’Italia (PPE),

Fratelli d’Italia (ECR),

+Europa – Italia in Comune (ALDE),

Europa Verde (Verdi) La Sinistra (UE/NGL).

M5S e altre liste sono Non Iscritti.

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook