I Vespri siciliani “Mercè dilette amiche…”

di Giuseppe Verdi

L’erotismo dell’amore e la sensualità della vendetta

i vespri siciliani

vespriÈ il bolero (o siciliana) che la duchessa Elena canta alle sue amiche che le offrono leggiadri fior prima che vada in sposa ad Arrigo. Un matrimonio che giunge dopo un periodo di prigionia di Elena per cospirazione contro il Governatore Monforte. Una cospirazione senza successo grazie ad Arrigo che salva il Governatore dopo aver appreso d’esserne il figlio, ma che non salva i cospiratori dalla prigionia e dal massacro, dal quale solo il riconoscimento pubblico di Arrigo della paternità di Monforte potrà salvarli. Un ricatto del padre che il giovane accoglie per ottenerne  in cambio la concessione dell’amnistia dei prigionieri e il consenso alle nozze con la duchessa.

Read more »

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook