Skip to Content

tag

Tag Archives: Trattato di Versailles

post

La crisi del ’29

il'29Il crollo della borsa di Wall Street e la crisi che ne seguì, indicano il periodo più nefasto della storia economica del ‘900 in tempo di pace. Un periodo durante il quale su scala mondiale tutte le attività economiche si ridussero drasticamente in modo rapido, radicale e pervasivo. Produzione, occupazione, redditi, salari, consumi, investimenti, risparmi, tutto fu violentemente travolto in un crollo che non aveva precedenti. La violenza e la rapidità del quale furono tali che nessun analista fu capace di prevederle e adottare contromisure adatte a contrastare il crollo o a limitarne i danni. Seppure si conoscessero i fattori del processo economico che avevano generato le crisi precedenti, quella iniziata nel ’29 si manifestò in modo così improvviso e così scarsa di segnali premonitori, che qualunque analisi sarebbe stata inidonea a prevenirla. Basti pensare che ancora alla fine dell’estate di quell’anno la borsa di New York attraversava una fase di grande euforia per la massa di ordini di acquisto. Ma giovedì 24 ottobre inaspettatamente essa crollò: milioni di azioni vennero vendute a prezzi nettamente inferiori a quelli di acquisto, in un crescendo di vendite sottocosto che nonostante gli interventi massivi posti tempestivamente in essere dai governi e dai gruppi bancari e finanziari, non incontrò argini fino al martedì 29 ottobre.

Read more »

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook
post

La gioiosa favola dei debiti tedeschi

debitiPrima degli incontri previsti a Londra nel 1951 [1], per negoziare le condizioni più vantaggiose di calcolo e restituzione del debito, la Repubblica Federale Tedesca doveva rimborsare sia i prestiti obbligazionari stabiliti dal Trattato di Versailles e mai pagati, sia quelli internazionali ricevuti all’epoca della Repubblica di Weimar, il cui pagamento degli interessi era stato sospeso all’inizio degli anni Trenta.
A questi si aggiungevano ancora gli aiuti finanziari concessi dagli Alleati per ricostruire il Paese devastato, dopo il 1945. In seguito alla divisione del Paese in due stati nel 1949, i negoziatori tedeschi si trovavano ad affrontare un dilemma: la Repubblica Federale Tedesca aveva l’obbligo di farsi carico anche dei debiti del Reich accumulati prima della guerra, o poteva ritenersi esonerata, dato che la parte orientale del Paese era occupata dalle truppe sovietiche? Il cancelliere Adenauer optò per la prima soluzione spinto da due ragioni.

Read more »

Condividi con...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook